• Studio iSOS

Odontodiatria e Osteopatia: un approccio multidisciplinare efficace?




Si sente spesso parlare di collaborazione tra il mondo Odontoiatrico e quello Osteopatico: ma è effettivamente un approccio valevole per i pazienti? Lo scopo dello studio che andremo a vedere è stato quello di rispondere in parte a questa domanda, valutando gli effetti del trattamento manipolativo osteopatico (OMT) sulla cinematica mandibolare nei pazienti con disfunzione temporomandibolare (TMD).



Metodi

Lo studio è stato condotto su 28 bambini con sintomi di TMD non specifici, apertura della bocca limitata e pregresso trauma alla nascita o trauma accidentale. I pazienti sono stati divisi casualmente in due gruppi: un gruppo OMT (gruppo di studio) e un gruppo senza intervento (gruppo di controllo). Tutti i soggetti sono stati sottoposti a una prima registrazione Kinesiografica per valutare l'ampiezza e la velocità dei movimenti massimi di apertura-chiusura. La Kinesiografia mandibolare è una metodica di misura ed analisi dei liberi movimenti mandibolari nello spazio senza che vi sia alcun tipo di influenza da parte dell'operatore o dello strumento di analisi. Oggi è un esame molto utile e facile da eseguire per la valutazione obiettiva dei Disordini Cranio Cervico Mandibolari. I pazienti del gruppo di studio sono stati sottoposti a una seconda registrazione kinesiografica 2 mesi dopo OMT. I pazienti del gruppo di controllo sono stati sottoposti a una registrazione kinesiografica di controllo sei mesi dopo la prima. I tracciati kinesiografici sono stati acquisiti utilizzando il sistema K7I.



Risulati

I dati kinesiografici del gruppo di studio hanno mostrato una differenza statisticamente significativa moderata (p <.07) del parametro di apertura massima della bocca (MO) e una differenza statisticamente significativa alta (p <.03) del parametro della velocità massima di apertura della bocca (MOV). Non è stata osservata alcuna differenza statisticamente significativa (ipotesi nulla confermata) dei parametri kinesiografici nel gruppo di controllo.



Conclusioni

I risultati di questo studio suggeriscono che l'OMT può indurre cambiamenti nella dinamica stomatognatica, offrendo un valido supporto nell'approccio clinico alla TMD. Anche la genesi multifattoriale dei disturbi cronici è confermata.



Fonte:

- Monaco A, Cozzolino V, Cattaneo R, Cutilli T, Spadaro A, School of Dentistry, University of L'Aquila, Italy

Fonte immagine:

- Shutterstock

Autore:

dott. JACOPO ZAMMARCHI D.O. MROI, M.Sc.

Osteopata e Personal Trainer

Leggi Curriculum

58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti